Social Bruti

Ecco il concetto che non riuscivo a esprimere. 🙂

PaMarasca

Lo-scontro-a17991874

La superficialità con cui approcciamo il linguaggio nei social media genera ritardi nella nostra capacità di condivisione e di connessione reciproca. “il web ha fatto sì che la cosa più complessa che ci sia al mondo, il linguaggio, si sposasse con la più veloce, l’elettricità” (De Kerchoove). Questo non significa che dobbiamo pretendere semplicità dal primo, o soste dalla seconda.

Ciò che si nota invece è la fatica nel mantenimento di un senso critico e analitico di fronte alla complessità della comunicazione e, in risposta a tale fatica, la scelta di una comunicazione basica, tranchant, che privilegia il giudizio affrettato rispetto alla comprensione. Il linguaggio, cioè, si mette a correre dietro all’elettricità.

Correndo, si spoglia dei vestiti come un atleta imbottito di abiti. Ma un atleta che corra così veloce ha bisogno di abiti, o la rapidità gli porterà via persino la pelle. Via via che si…

View original post 372 altre parole

Annunci

5 pensieri riguardo “Social Bruti

  1. Concordo su quanto espresso nel blog….troppo velocità non porta ad una riflessione e filtraggio non solo delle notizie nude e crude ma anche e soprattutto del linguaggio usato…
    La cosa che mi viene in mente è quando intervistano un calciatore….qualsiasi cosa gli si chieda risponderà con un linguaggio aggressivo…con termini che appartengono ad azioni militari…

    buone cose
    .marta

    Mi piace

    1. Il tono dei social e’ molto spesso quello di certi giornalisti narciso/intellettual/rockstar, che fanno a gara a chi la spara più grossa, più sarcastica, più iosoioevoinonsieteuncazzo. I cattivi esempi dei media tradizionali sono stati assorbiti nei nuovi media, con la complicità dell’ignoranza e della megalomania conclamate nella società moderna.

      Mi piace

  2. E’ vero….anche il tono dei social..ma anche delle persone che scambiano opinioni nel quotidiano è ormai divento da “scoop”.
    Non c’è apertura. Non c’è ascolto…non c’è umiltà.

    Bisognerebbe approcciarsi in modo diverso e filtrare .usare il buonsenso originario.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...