Se non vi è rimasta molta anima, e lo sapete, vi resta ancora dell’anima. (C. Bukowski)

brilliant

E’ indubbiamente una follia, lo è sempre stata, questa ricerca senza fine della verità definitiva che ci sfugge.

(C. Bukowski)

foto by Pannonica

Annunci

27 pensieri riguardo “Se non vi è rimasta molta anima, e lo sapete, vi resta ancora dell’anima. (C. Bukowski)

  1. L’ anima ?

    “L’anima la si ha ogni tanto,nessuno la ha di continuo, per sempre.
    Giorno dopo giorno,anno dopo anno,possono passare senza di lei.
    (…)
    Possiamo contare su di lei
    quando non siamo sicuri di niente e curiosi di tutto,
    (…)
    Non dice da dove viene e quando sparira’ di nuovo,
    ma aspetta chiaramente simili domande.
    Si direbbe che
    cosi’ come lei a noi,
    anche noi siamo necessari a lei,
    per qualcosa. un po’ di voce”.

    Parola di Wislawa…

    Secondo me, davanti a immagini belle come questa, lei arriva.

    Mi piace

    1. grazie Melo, non conoscevo questi versi ma arrivano al momento giusto. ogni tanto l’anima è latitante ed è frustrante, oltre che sbagliato, tentare di imporle una reperibilità h24. tanto torna, se è vero che anche noi siamo necessari a lei. e se Wislawa ha dato la sua parola… attendo fiduciosa! 🙂
      intanto, sono contenta se anche la tua ha fatto capolino. 🙂

      Mi piace

      1. Non la conoscevi, questa poesia ?
        Allora merita riportarla tutta intera:

        Qualche parola sull’anima

        L’anima la si ha ogni tanto,nessuno la ha di continuo, per sempre.
        Giorno dopo giorno,anno dopo anno,possono passare senza di lei.
        A volte nidifica un po’ piu’ a lungo,sole in estasi e paura dell’infanzia,
        a volte solo nello stupore dell’essere vecchi.
        Di rado ci da una mano in occupazioni faticose,
        come spostare mobili, portare valige
        o percorrere le strade con scarpe strette,
        quando si compilano moduli,si trita la carne,
        di regola ha il suo giorno libero.
        Su mille nostre conversazioni partecipa ad una,
        ed anche a questo non necessariamente,
        poiche’ preferisce il silenzio,
        quando il corpo comincia a dolerci e dolerci,
        smonta di turno, alla chetichella,
        e’ schifettosa,
        non le piace vederci nella folla,
        il nostro lottare per un vantaggio qualunque
        e lo strepito degli affari, la disgusta,
        gioia e tristezza non sono per lei due sentimenti diversi,
        e’ presente accanto a noi solo quando essi sono uniti.
        Possiamo contare su di lei
        quando non siamo sicuri di niente e curiosi di tutto,
        tra gli oggetti materiali le piacciono gli orologi a pendolo e gli specchi,
        che lavorano con zelo anche quando nessuno guarda.
        Non dice da dove viene e quando sparira’ di nuovo,
        ma aspetta chiaramente simili domande.
        Si direbbe che
        cosi’ come lei a noi,
        anche noi siamo necessari a lei,
        per qualcosa. un po’ di voce

        Mi piace

  2. Com’è che vedo facce dappertutto? Questa con quel bel cappellino…

    (ps: la mia anima, se c’è, è una gran dormigliona).

    (pps : la bici la tenevo in cucina perché: 1, abitavo sulla strada; 2, coi freni a bacchetta faceva arredamento e attaccapanni. Chissà se ho ancora la foto…)
    Ciaociao!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...