Silence

gmorning

 

Silence is so accurate.

Mark Rothko

foto by Pannonica

Annunci

14 pensieri riguardo “Silence

    1. Ciao Egle!
      Un regalo per te:

      Ho conosciuto il silenzio delle stelle e del mare
      e il silenzio della città quando si placa
      e il silenzio di un uomo e di una vergine
      e il silenzio con cui soltanto la musica trova linguaggio
      il silenzio dei boschi
      prima che sorga il vento di primavera
      e il silenzio dei malati quando girano gli occhi per la stanza
      e chiedo: Per le cose profonde a che serve il linguaggio?

      Un animale dei campi geme uno o due volte
      quando la morte coglie i suoi piccoli
      noi siamo senza voce di fronte alla realtà
      noi non sappiamo parlare.
      Un ragazzo curioso domanda a un vecchio soldato
      seduto davanti alla drogheria:
      Dove hai perduto la gamba?
      E il vecchio soldato è colpito di silenzio e poi gli dice:
      Me l’ha mangiata un orso
      e il ragazzo stupisce
      mentre il vecchio soldato muto rivive come un sogno
      le vampe dei fucili
      il tuono del cannone
      le grida dei colpiti a morte
      e sé stesso disteso al suolo
      i chirurghi dell’ospedale
      i ferri
      i lunghi giorni di letto
      ma se sapesse descrivere ogni cosa
      sarebbe un artista
      ma se fosse un artista
      vi sarebbero più profonde ferite che non saprebbe descrivere.

      C’è il silenzio di un grande odio
      e il silenzio di un grande amore
      e il silenzio di una profonda pace dell’anima
      c’è il silenzio degli dei che si capiscono senza linguaggio
      c’è il silenzio della sconfitta
      e il silenzio di coloro che sono ingiustamente puniti
      e il silenzio del morente la cui mano stringe subitamente la vostra
      c’è il silenzio che interviene tra il marito e la moglie
      c’è il silenzio dei falliti
      il vasto silenzio che copre le nazioni disfatte e i condottieri vinti
      c’è il silenzio di Lincoln che pensa alla povertà della sua giovinezza
      e il silenzio di Napoleone dopo Waterloo
      e il silenzio di Giovanna D’Arco
      che dice fra le fiamme Gesù benedetto
      e c’è il silenzio dei morti.

      Se noi che siamo vivi non sappiamo parlare di profonde esperienze
      perché vi stupite che i morti non vi parlino della morte?
      Il loro silenzio avrà spiegazioni quando li avremo raggiunti.

      E. Lee Masters, Silenzio

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...